Iscriviti alla newsletter!


Home Articoli News

Seconda edizione del Premio "Donne tra ricordi e futuro"

24 settembre alle ore 16 in  Via Poli, 19 - Sala delle colonne - Camera dei Deputati

 

Care Amiche, cari Amici,

L’avventuroso viaggio di “Donne tra ricordi e futuro” ancora una volta sta per cominciare. In realtà non si è mai fermato, ha continuato il suo peregrinare dietro le quinte, affaccendato a risolvere situazioni e a sbrigare incombenze. Con determinazione, con allegria.  Un luogo prestigioso ci attende per riprendere i nostri discorsi, per ritrovare la strada maestra della scrittura. E lo faremo, in compagnia dei pensieri e delle nostre storie, per guardare con occhi distaccati quello che ci circonda, per godere di panorami mozzafiato, per apprezzare deserti che premono dentro l’anima impaurita. Faremo soste e ci abbandoneremo alla fantasia, leggeremo le vite degli altri mentre rifletteremo sulle nostre, staremo accanto per un lungo tratto.

L’appuntamento è per il 24 settembre alle ore 16 in  Via Poli, 19 Sala delle colonne - Camera dei Deputati. Ricordatevi di prenotare nonché l’abito sobrio e giacca e cravatta per gli uomini.

A presto,

 

Lorena Fiorini

Presidente Premio letterario “Donne tra ricordi e futuro”

Sabato 12 ottobre, Biblioteca Casanatense

 

Sabato 12 ottobre si è svolto a Roma, nel salone della Biblioteca Casanatense, un Convegno legato al premio letterario Donne tra ricordi e futuro; sabato 19 ottobre, a Pratovecchio (AR), presso il Teatro degli Antei, si svolgerà la cerimonia di premiazione conclusiva della prima edizione del premio stesso.

Donne tra ricordi e futuro è nato dalla collaborazione di Lorena Fiorini, presidente dell’associazione Scrivi la tua storia, e di Anselmo Fantoni, sindaco di Pratovecchio, entrambi legati, in modi diversi a questo paese del Casentino, dove la Fiorini è nata e dove sono le radici sue e della sua famiglia. Il convegno le ha fornito anche l’occasione di presentare l’audiolibro Betty sono Bruno, finora disponibile soltanto in versione cartacea. È il ricordo del padre di Lorena, è un messaggio basato sui valori trasmessi alla figlia, è la memoria di affetti, esperienze e valori da lei trasmessi a sua volta, è il libro che ha fatto nascere l’idea del premio.

Leggi tutto...

Betty, sono Bruno in formato Epub

Comunicato stampa Sefer Books

 

Autore: Lorena Fiorini

Titolo: “Betty, sono Bruno”

Editore: Sefer Books

Data di pubblicazione 11 ottobre 2013

Formato EPUB

Prezzo euro 6,99

In vendita su www.eglifo.it e le principali librerie online

 

Sinossi

La vita di Bruno Fiorini è raccontata in prima persona dalla figlia Lorena, dalla nascita nel 1919 e poi la guerra, la prigionia in Scozia, ma anche gli amori, Betty, il primo grande amore, e poi il ritorno alla vita quotidiana, tutto per costruire un romanzo denso, corposo dove le storie personali si intrecciano con quelle collettive, appassionante per il lettore. Il libro non è solo il ricordo di un “bel padre” ma una testimonianza storica della generazione del Novecento. Una testimonianza di vita che vuole essere un monito perché il passato possa servire per un futuro migliore.

“DONNE TRA RICORDI E FUTURO”: tanti scritti, tante emozioni

“DONNE TRA RICORDI E FUTURO”: tanti scritti, tante emozioni

Si è conclusa il 31 maggio, con l’invio delle opere, la prima fase del premio letterario “Donne tra ricordi e Futuro” dedicato alle donne che hanno voluto ripercorrere le proprie e le altrui esperienze di vita sul filo della memoria, valori, tradizioni, ricordi, emozioni passate e ancora presenti.

 

Questi alcuni numeri sugli elaborati pervenuti alla Segreteria del Premio per la sua prima edizione:

 

Le autrici che hanno partecipato al Premio sono state 206, per un totale di 387 elaborati.

 

La sezione “poesia” è la più gettonata con 164 singole liriche e 7 raccolte (73 componimenti in totale) per un totale di 237 opere pervenute da 81 autrici.

Segue la sezione “narrativa” con 12 romanzi presentati da altrettante scrittrici e con 123 elaborati (racconti e novelle), opera di 98 autrici.

Gli ultimi numeri riguardano la “saggistica” con 4 lavori di altrettante autrici e la “cucina in famiglia” con 11 elaborati, opera di 11 concorrenti.

 

La  sensazione è  di  grande  impatto  emotivo.  Abbiamo avuto e abbiamo in mano  le  storie  delle

donne italiane. Siamo entrati, in punta di piedi,  nelle case e nei cuori della gente. Comodamente seduti a casa stiamo viaggiando accompagnati dalla memoria inserita nei meandri della storia. Quella storia che non leggeremo sui libri, ma che ritroviamo intatta nel nostro passato, un passato ricco e che preme spinto dalle parole, dalle frasi, dai racconti. La scrittura letta come veicolo per dare valore a quanto abbiamo alle spalle, superare il presente e incamminarci con i nostri bagagli verso il futuro visto con gli occhi dei sentimenti. Per i nostri figli,  i nostri nipoti, per le persone che amiamo.

 

Tante le persone, tanti i professionisti, tanti i nomi di valore, tutti amici che con simpatia hanno seguito il Premio, hanno indirizzato, sostenuto questo viaggio, un viaggio avventuroso, del cuore. Ognuno ha donato il proprio tempo, la propria attenzione, ha dato il proprio contributo. In particolare ci piace segnalare il Comitato d’onore (del quale fanno parte ben 54 personalità), il Comitato di lettura (con 21 esperti ed esperte) e la Giuria (altre 20 persone). A essi si è aggiunto chi  ha amato il Premio, lo ha sostenuto e appoggiato.

 

Qualche curiosità: anche dall’estero sono pervenuti elaborati, dall’Algeria, Belgio, Canada, Francia, Regno Unito, Slovenia, Spagna. Alcune autrici sono risultate nate all’estero e domiciliate in Italia. Anche un uomo si è affacciato con un elaborato!

 

Il nostro viaggio ha preso l’avvio a Pratovecchio, in provincia di Arezzo, per ricordare un uomo, un uomo del Novecento, un prigioniero di guerra, Bruno Fiorini. Da lui e dal suo racconto è nato il Premio dedicato alle donne che hanno a cuore la memoria della famiglia. Il Premio ha trovato nel Sindaco Anselmo Fantoni una persona attenta e disponibile che con determinazione e allegria ha creduto e seguito il progetto. Progetto che ha avuto il sostegno appassionato di una figlia, Lorena Fiorini, che con amore ha lavorato per portarlo fin qua, il supporto della giornalista del TG1 Valentina Bisti, testimonial della manifestazione, e l’amicizia con la A maiuscola di Antonella Cappuccio, autrice della Donna senza tempo, l’immagine del Premio.

 

Il viaggio ha avuto il battesimo il 24 gennaio di quest’anno, a Roma in Campidoglio, poi ha proseguito con tappe a Viterbo, Bolsena, Firenze. Pratovecchio e la sua gente sono stati con noi, ci hanno portato aria di casa, aria di famiglia. Il lavoro è proseguito sul web, ha coinvolto le donne, le ha spronate a tirare fuori i propri scritti. Hanno risposto, ci hanno inondato di carte preziose. Il Comitato di lettura e la giuria sono  all’opera.

 

L’appuntamento è ora per il 12 ottobre, giorno della premiazione, prevista a Pratovecchio, nel Casentino.

Altri articoli...
Banner
Banner
Scrivi la tua storia insieme a qualcuno che trovi le parole per dirlo.
Banner
Scarica le ricette di Lorena Fiorini!
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner