Anche l’olio canta (2018)

Da italiane, cresciute fin da bambine a pane, olio e pomodoro, ab­biamo riscoperto l’olio da adulte, ora che l’identità nazionale sembra passare anche e soprattutto per la qualità dei prodotti della terra e per la cultura del buon cibo.

Siamo grate all’olio per le sue innumerevoli virtù, che questo omaggio, grazie anche all’aiuto degli amici qualificati che lo hanno sigla­to insieme a noi, ha cercato di riassumere e celebrare in un piccolo libro, che crediamo versatile e pieno di sostanza, esattamente come ciò di cui qui si è trattato.

L’olio è un dono della nostra terra e anche uno strumento di cono­scenza e di avvicinamento fra popoli lontani, dolce e inevitabile allusio­ne alla pace: la sua storia può raccontare la nostra storia e la nostra cul­tura, i gesti quotidiani delle nostre mamme e i dolci ricordi di incontri familiari e amicali attorno a una tavola. Sentiamoci sempre legati da un filo d’olio.

 

Lorena e Laura

 

 

Non soltanto il vino canta,

anche l’olio canta,

vive in noi con la sua luce matura

e tra i beni della terra

io seleziono,

olio,

la tua inesauribile pace,

la tua essenza verde,

il tuo ricolmo tesoro che discende

dalle sorgenti dell’olivo.

(Pablo Neruda)